Afroitaliano

Tommy Kuti, 2017.

Esulto quando segna SuperMario,
non mangio la pasta senza il parmigiano.
ho la pelle scura, l’accento bresciano,
un cognome straniero e comunque italiano.

A volte mi sembra di esser qui per sbaglio,
san poco di me, son loro bersaglio,
ciò che ho passato loro non lo sanno.
è il mio passato, mai lo capiranno.

Mi dai del negro, dell’immigrato,
il tuo pensiero è un po’ limitato,
il mondo è cambiato, non è complicato…
Afroitaliano per te è un rompicapo.

Non sanno chi siamo in questo Stato
mi vuoi lontano, ho letto il tuo stato,
chi non ci vuole vede solo il colore,
la nostra nazione sta scritta nel cuore.

Sono afroitaliano
Afroitaliano
Afroitaliano
Sono afroitaliano
Afroitaliano
Afroitaliano

Questi che ne sanno di file in questura
delle mille facce della mia cultura
è la melanina ciò che li cattura
io non ho dei dubbi sulla mia natura.

Quando io rappo è in italiano
e anche se parto resto un italiano
la prima volta che ho detto “ti amo”,
ti giuro, l’ho fatto in italiano.

Gli 883, la Dogo Gang
i cartoni sul 6 con Cristina D’Avena
la scena rap che era giù con me
quando tutta sta gente non mi conosceva.

Fanculo i razzisti, quelli della Lega
ogni 2 Giugno su quella bandiera
mando una foto ai parenti in Nigeria
mangiando una fetta di pizza per cena.

Sono Afroitaliano,
Afroitaliano
Afroitaliano.
Sono Afroitaliano,
Afroitaliano
Afroitaliano.

– Ma lei si sente più africano o si sente più italiano?
– Afroitaliano, perché sono stufo di sentirmi dire cosa sono o cosa non sono. Sono troppo africano per essere solo italiano e troppo italiano per essere solo africano. Afroitaliano, perché il mondo è cambiato.

Sono Afroitaliano,
Afroitaliano
Afroitaliano.
Sono Afroitaliano,
Afroitaliano
Afroitaliano.

In sovraimpressione:
“Art. 3: Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.”

Africanitalian

Translated by: Carla Cornette

I cheer when Super Mario scores
I don’t eat pasta without Parmesan cheese
I have dark skin, an accent from Brescia[1]
a foreign last name, and anyway Italian.

At times, I feel like I’m here by mistake
they know little about me, I’m their target
what I’ve gone through, they don’t know
it’s my past, they will never understand.

You call me “negro,” “immigrant,”
your way of thinking is a little limited,
the world has changed, it’s not complicated
Africanitalian for you is a brainteaser

They don’t know who we are in this State
you want me far away, I read yor status
those who don’t want us, see only color
our nation is written in our heart

I am Africanitalian
Africanitalian
Africanitalian
I am Africanitalian
Africanitalian
Africanitalian

What do they know about lines at the police station,
the thousand faces of my culture?
it’s the melanin that captures them
but I have no doubts about my nature.

When I rap, it’s in Italian,
and even if I depart, I remain Italian
the first time I said “I love you,”
I swear it was in Italian.

The 883, the Dogo Gang,
the cartoons on Channel 6 with Cristina D’Avena
the rap scene was already with me,
when all these people didn’t know me.

Fuck off to the racists
to those of the Lega[2]
every June 2nd, on that flag[3]
I send a photo to my relatives in Nigeria
(while) eating a slice of pizza for dinner

I am Africanitalian
Africanitalian
Africanitalian
I am Africanitalian
Africanitalian
Africanitalian

  • But you, do you feel more African or more Italian?
  • Africanitalian, because I’m fed up of being told what I am, and what I am not. I’m too African to be only Italian. And too Italian to be only African Africanitalian, because the world has changed.

I am Africanitalian
Africanitalian
Africanitalian
I am Africanitalian
Africanitalian
Africanitalian

Captions:

“Article 3 of the Italian Constitution: All citizens have equal dignity and are the same under the law, without discrimination of sex, of race, of language, of religion, of political opinion, of personal or social conditions.”

NOTE:

[1] A city in northern Italy between Milan and Verona.

[2] The Lega Nord is a right-wing, nationalist political party in Italy that is anti-immigration.

[3] June 2nd is a national holiday in Italy, the Festival of the Republic.